Skip to main content

NUOVO NobelProcera® Zirconia Implant Bridge

Ora disponibile in DTX Studio™ Lab e 3Shape®

Consigliato per ponti implantari per il settore anteriore e posteriore da 2 a 14 unità

Il canale della vite angolato è disponibile per il Multi-Unit Abutment e per le piattaforme con connessione conica


Massima flessibilità di progettazione. I flussi operativi vanno dalle soluzioni monolitiche ai framework con thimble con tessuto molle


Senza cemento – Riduci la complessità e risparmia tempo eliminando la procedura adesiva


Il nuovo NobelProcera® Zirconia Implant Bridge semplifica la collaborazione tra clinici e tecnici grazie alla flessibilità protesica.

La nuova combinazione tra Multi-unit Abutment e canale della vite angolato offre una flessibilità protesica fino a 55 gradi*

Capacità di compensare il posizionamento dell'impianto con Multi-unit Abutment

Il canale della vite angolato 25% più piccolo, offre una migliore estetica occlusale**, con il nuovo Cacciavite Omnigrip Mini

Fatto per l'estetica.

Disponibile in 10 tonalità VITA.

Senza cemento.

Riduci la complessità e risparmia tempo eliminando la procedura adesiva.

Ampia flessibilità.

Disponibile monolitico, con cut-back parziale, thimble o framework, con o senza tessuto molle.

NobelProcera® è un assortimento di soluzioni premium che fornisce protesi su impianti e servizi personalizzati e di alta gamma.

 

«Il nuovo NobelProcera® Zirconia Implant Bridge è privo di cemento ed è prodotto con materiale ad alta resistenza, ed offre una precisione eccellente e una qualità affidabile per le protesi implantari di entrambe le arcate. La precisione è una caratteristica fondamentale per i risultati positivi per i pazienti e per la longevità dell'impianto e il nuovo implant bridge di NobelProcera è una scelta eccellente».

Prof. Markus Blatz, DMD, PhD, USA

«Estetica ottimale combinata con l'elevata resistenza necessaria per la costruzione di ponti per arcate complete avvitate, sono le caratteristiche di questo materiale. E' adatto a tutte le mie necessità».

Michiel Wouters, Paesi Bassi

Risorse